Semplici modifiche al nostro orto di casa,
lo renderanno naturale, più facile da seguire,
più produttivo, con risparmio di tempo ed acqua!!
Ecco i nostri consigli…

orto sbagliato

Primo consiglio:
seguite i nostri corsi nel nostro o Vostro orto

Scusate se siamo di parte…

Secondo consiglio:
non lasciate la terra nuda nell’orto!

orto -agricoltura industriale a Vimercate

Nel 2018, i primi di Luglio, abbiamo pubblicato un post su Facebook in cui si descriveva la situazione post piogge torrenziali nel nostro orto e nei campi vicini ad esso, a Vimercate.
Le foto parlano da sole.
In piena Pianura Padana, nel mezzo di vasti campi di agricoltura industriale, la situazione era questa:














Nel nostro orto, nello stesso momento, mentre pioveva, la situazione era invece questa:

orto- pacciamatura naturale nel nostro orto a Vimercate

Pacciamatura batte 1 a 0 la terra nuda!

Madre Natura non ama la terra nuda, l’abbiamo già spiegato in altri precedenti articoli.
Usate la PACCIAMATURA cioè tenete coperto il Vostro suolo con piante o copertura naturale dove non coltivate (paglia, carta, crusca, legni ecc…).
In natura esiste solo un luogo dove non vi è copertura naturale al suolo: il deserto.
Noi vi abbiamo più volte spiegato, che prendiamo come esempio naturale il bosco. Le foreste esistono da milioni di anni, esisterebbero anche senza l’Uomo ed hanno una fertilità che si prolunga nel tempo, senza sforzo alcuno.
Il suolo è sempre naturalmente coperto con foglie, rami, fiori, erbe varie ecc…
Questo semplice ed efficacissimo espediente naturale, permette il mantenimento di fertilità, vita, umidità, nutrimenti al suolo. La pacciamatura protegge il suolo dall’erosione, lo abbiamo già spiegato.
Coprite il suolo e avrete dei vantaggi:

  • meno innaffiature (la pacciamatura mantiene l’umidità costante al suolo)
  • no uso di concimi chimici
  • non uso di diserbanti chimici
  • meno piante spontanee in letti coltivati
  • meno cura nel mantenere l’orto o giardino
  • più vita al suolo (numerosi insetti, microrganismi utili per le piante)
  • fertilità che aumenta nel tempo-mantenimento dei nutrienti al suolo
  • effetto tampone termico per sbalzi climatici (la pacciamatura mantiene la temperatura costante al suolo)
  • protezione da agenti atmosferici (acque torrenziali, vento ecc…)

Terzo consiglio:
non piantate a file, non piantate a grande distanza

Piante vicine e non in fila! Madre Natura non ama l’ordine da ufficio.
In natura c’è un altro tipo di ordine, un ordine armonico e funzionale. Niente cose allineate, ma sparse e piante che collaborano fra di loro e con l’ambiente circostante.
Piante allineate nel campo, in fila, lontane fra loro, sulla terra nuda sono innaturali. Sarà più difficile mantenere queste piante, più arduo proteggerle e saranno più povere di nutrimenti.
Le piante comunicano fra loro, si scambiano acqua e cibo, si aiutano contro gli attacchi di parassiti, si proteggono dal vento, insieme attirano più facilmente gli insetti impollinatori ecc…
Quindi? Usate la SEMINA VICINA ! Noi Vi insegneremo un tipo di semina che permette di creare piccoli boschetti naturali, protetti e produttivi.
Meno spazio si mantiene fra una pianta ed un’altra e più saranno sane, nutrite e forti.

Quarto consiglio:
no monocolture

orto-consociazione Cipolla e Pastinache

Non create monocolture estese nei Vostri orti, ma usate la CONSOCIAZIONE.
Tante piante uguali in un grande spazio, significa moltiplicare la possibilità di attacchi di parassiti, malattie e si creano anche forti carenze nella terra.
Le monocolture sono un’occasione sul piatto d’argento per un bell’attacco di massa di malattie e parassiti. Meglio consociare, affiancare diverse piante fra loro, piante che amano stare vicine (per esempio Fiori di Tagete con Pomodori) che collaboreranno contro i parassiti e si scambieranno nutrienti, acqua, senza rubarsi nulla fra loro.
La Biodiversità é un’arma naturale per resistere nel tempo.
Lo vediamo concretamente nel notro orto: molti semi difficili a germinare, germinano invece volentieri se seminati insieme ad altri semi di piante amiche.
Anche le piante spontanee ed aromatiche sono piante amiche!

Quinto consiglio:
attirate animali nel Vostro orto

Usate la LOTTA INTEGRATA.
In articoli precedenti abbiamo più volte sviluppato questo argomento: la fauna aiuta a mantenere un suolo sano e bello, con poco dispendio di tempo, fatica, denaro per il coltivatore.
Animali, insetti, microrganismi ecc… sono poliziotti segreti delle nostre terre, che lavorano incessantemente, mantenendo l’equilibrio fra preda e predatore.
Noi cerchiamo di attirarli nel nostro campo, costruendo facili e semplici nidi, piantando piante miellifere, piante aromatiche che attirano alcuni insetti e allontanano altri, piante con fiori o bacche colorate ed invitanti, lasciando crescere piante spontanee cariche di fiori profumati …
Insetti, batteri, funghi, uccelli, rospi, ricci, lucertole, topi ecc…sono tutti benvenuti.
Se il Vostro orto (e l’ambiente dove si trova) è naturale, la loro quantità non sarà mai eccessiva, ma sempre controllata dall’esperta in materia: Madre Natura.

Sesto consiglio:
usate arbusti, fiori, alberi ecc..a confine dell’orto

Usate piante che possano essere riparo, nido e cibo per gli animali, ombra per piante che l’amano, barriere contro il vento.
Inserire nell’orto o giardino delle piante da frutto o arbusti pieni di fiori può essere utile per tanti motivi.
In questo modo si userà tutto lo spazio possibile a nostra disposizione, per favorire le nostre coltivazioni ed inoltre si abbellirà l’orto o giardino che diventerà un luogo piacevole e naturale dove passare liete ore, sfruttando anche l’ombra, i fiori o i frutti di alberi e arbusti.

Settimo consiglio:
usate al meglio lo spazio a disposizione del Vostro orto

nostro orto- una parte dei letti coltivati
orto tradizionale

Negli stessi mq dell’orto della prima foto di questo articolo, noi coltiviamo molto di più e molte più tipi di piante. Che senso ha tenere così tanta distanza fra le varie coltivazioni? Non ci deve mica passare un carro armato!
Noi coltiviamo a letti di 5-10mq e con l’uso della semina vicina, della consociazione possiamo ottenere molti più chili di prodotti di molta varietà: dalle piante aromatiche agli ortaggi, ai fiori, ai frutti di bosco ecc… I letti sono stati progettati e studiati apposta per produrre in poco spazio, con rese alte. Fra i letti c’è giusto lo spazio per passare.
Le piante del nostro orto, comunicano e si scambiano facilmente nutrienti, risorse e informazioni, aiutandosi, come in una foresta. Nel bosco le piante vivono tutte vicine, in simbiosi e così fanno le piante nei nostri letti coltivati.
É tutto un sistema naturale che interagisce.

Ottavo consiglio:
non usate macchinari pesanti sul Vostro suolo, non zappate, non arate

Noi utiliziamo semplici strumenti come forca e vanga per lavorare il suolo. Non usiamo mezzi pesanti o che fendono il terreno, perché sono dannose lavorazioni.
I macchinari pesanti, oltre che esser per lo più a carburante che inquina, compattano la terra e non permettono il normale sviluppo delle piante, anzi la soffocano.
Gli aratri, le zappe, tagliano il suolo in diversi punti e lo espongono ad un ambiente a cui non deve esser esposto. Scambi di nutrienti, di aria, di gas, di acqua si disequilibrano e si danneggia il delicato habitat ai piedi di una pianta e nei primi cm di suolo.

Nono consiglio:
non usate sostanze chimiche

e….usate PIANTE E SEMI COLTIVATI IN MODO NATURALE, non stressati, non pieni di sostanze chimiche e non modificati in laboratorio.
Siamo coltivatori biologici, naturali. Seguiamo Madre Natura e usiamo tutti prodotti naturali, dai concimi, ai fitofarmaci che autoproduciamo.
Non usiamo sostanze chimiche, non usiamo plastica sul nostro suolo.
Tanti ci dicono che non è possibile mantenere un orto sano e produttivo senza l’aiuto di qualche ‘aiutino’. Tanti non hanno il coraggio di confessare che usano polverine, liquidi miracolosi cioé concimi chimici e soprattutto farmaci e diserbanti per risolvere velocemente i loro problemi in un orto casalingo. Dicono che producono in modo ‘naturale’, perché naturale è l’Azoto, il Potassio, il Fosforo che mettono con i loro concimi. Peccato che sono prodotti in modo sintetico da aziende chimiche e se inserito in percentuali sbagliate, e se depositate dopo anni di utilizzo, sono TOSSICI. Altro che naturali…
Noi continuiamo a dire che usare queste sostanze, significa mangiarle. Non vanno via con l’acqua e non vengono facilmente disperse nel suolo, lo ripetiamo. Tanti lo pensano, ma sono convinzioni ERRATE.
Nel tempo queste sostanze si accumulano nel nostro suolo oltre che esser presenti sulle nostre piante coltivate. In un modo o nell’altro finiscono nel nostro stomaco, si depositano e lo inquinano.
Suolo, aria, acqua e nostri organi ne saranno pieni. E poi?

orto chimico-conseguenze
orto chimico-conseguenze

CREATE UN ORTO NATURALE, VIVO E POPOLATO !!

un orto nel cuore

Seguite il nostro sito: https://terranticavitanova.it/
dove spieghiamo la nostra storia e
potete trovare la pagina dei Corsi ed il loro programmi, la Galleria delle Foto ed i nostri contatti,
o la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/terranticavitanova.it
e date un’occhiata al nostro video su Youtube: Corso Orto Bio Economico, Veloce, Facile e Validohttps://www.youtube.com/watch?v=PFil6lKjsoc