Fare rete, un naturale modo di fare lotta integrata con animali e piante utili, ma anche fra noi Uomini…

la rete alimentare e la lotta integrata

Creare un reticolo di comunicazioni, scambi significa molte cose, significa non solo collaborare con gli altri coltivatori (per esempio se tu mi annaffi quando io non ci sono, puoi raccogliere i miei Pomodori maturi).
La rete permette anche di coprirsi le spalle a vicenda e darsi mutuo vantaggio con gli scambi, appunto LOTTA INTEGRATA.
Questo in natura é un concetto….naturale!

Avere scambi fra coltivatori: che vantaggi trarre dalla creazione di una rete.

Scambiare nuove o antiche conoscenze, partecipare gli scambi semi o supportare anche i produttori locali, rifornendosi da essi significa creare una rete di rapporti preziosi.
Oltre sostenere un’economia locale, ci si arricchisce di informazioni preziose soprattutto del territorio dove viviamo e dove coltiviamo.
Noi sosteniamo un’economia circolare, etica, locale semplicemente comprando fuori dalla rete dei supermercati, aiutando i produttori del nostro stesso territorio.
Oltre al controllo della filiera del cibo, oltre ai vantaggi in gusto e salute degli alimenti stessi di cui ci nutriamo, ci siamo accorti che la nostra spesa mensile non ne ha subito grosse variazioni.
Una cosa che nessuno sa, di cui nessuno é realmente consapevole é che se si mangia un prodotto sano, ricco e nutriente, questo sazierà in quantità che il prodotto industriale non ci si avvicina neanche lontanamente. Facciamo un esempio con la pasta integrale, fatta con Grano biologico, riempie molto di più delle paste industriali ricche di acqua e zuccheri e…. si attacca meglio al nostro sughetto! Così vale anche per la frutta, la verdura, i succhi di frutta ecc… si beve e si mangia di meno, perché sono più sostanziosi!
É come mangiare una merendina comprata o la fetta della torta della mamma/nonna. C’é differenza!
Creare una rete con ciò che ci sta intorno, quindi, ci fa mangiare cibo che possiamo controllare, che ha NOME E COGNOME, che sappiamo dove é coltivato, allevato, prodotto e ci arricchisce di importanti informazioni.
Alle nostre lezioni lo ribadiamo più volte. Ritorniamo al vecchio sapere rurale, contadino, a quella civiltà tanta bistrattata dall’epoca industriale, che ora sta tornando in voga.

La rete degli scambi semi ci hanno dato chili di prodotti biodiversi! Evviva la diversità naturale!

Ecco un modo per ottenere non solo informazioni, opinioni preziose da altri coltivatori, ma anche un modo per ottenere semi non trattati o geneticamente lavorati.
Cosa sono gli scambi semi?
Sono eventi in cui ogni coltivatore porta i propri semi biologici e li scambia con altri coltivatori, senza pagarli. Puro baratto. Quindi durante gli eventi ogni coltivatore o semplice appassionato porta con sé il tesoro dei suoi semi, che conosce ed “alleva” nel suo campo. Porta con sé opinioni, consigli, informazioni soprattutto locali riguardo alle piante, alla terra, al clima.

Noi preferiamo gli scambi semi vicini al nostro suolo da coltivare proprio perché incontriamo gente locale che ci dà informazioni locali per noi importanti e poi…nascono anche collaborazioni ed amicizie e ci si visita a vicenda!
Durante queste manifestazioni poi saranno proposti anche attività artigianali del luogo, prodotti a km zero, quindi si torna a casa con un bel bagaglio di prodotti e conoscenze!

rete fra coltivatori: colture da scambi semi
rete-semi da scambi semi

Gli scambi semi salvaguardano la biodiversità: perché é importante sostenere questa rete.

É importante perché permettono di salvaguardare semi che sono fuori mercato, per un motivo o per un altro, le cui piante stanno scomparendo.
In Natura più c’é diversità e più c’é vita e salute e così anche per noi umani che facciamo parte della Natura…
A diversi scambi semi ci hanno dato semi di piante molto diverse fra loro che abbiamo provato a coltivare nel nostro campo e anche sul nostro balcone, con bei risultati.
Ecco le foto di 1kg di Cetrioli nati in una sola piccola cassetta e di altre piante da orto coltivate sul balcone di casa.
Le varietà fuori commercio spesso risultano essere molto forti e si adattano facilmente a situazioni particolari…..
Come li coltiviamo in cassetta? Semplice: compost, aggiunte naturali al compost, cura, lotta integrata (ebbene sì, anche sul balcone abbiamo nidi e tane che ospitano diversi insetti e numerose piante trappola, mellifere, repellenti).
Anche sul balcone animali e piante utili per la lotta integrata!
Guardate le foto del nostro sito!

lotta integrata - cetrioli
cetrioli: compost e lotta integrata
colture da balcone: compost e lotta integrata

Seguite il nostro sito: https://terranticavitanova.it/
dove spieghiamo la nostra storia e
potete trovare la pagina dei Corsi ed il loro programmi, la Galleria delle Foto ed i nostri contatti,
o la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/terranticavitanova.it
e date un’occhiata al nostro video su Youtube: Corso Orto Bio Economico, Veloce, Facile e Valido: https://www.youtube.com/watch?v=PFil6lKjsoc